L’onda di pendoli

Cari lettori immaginari, la fisica è sempre stata una materia a me ostica ed ho faticato come un’ape operaia quando è giunto il momento di dare esami come “fisica 1” e “fisica 2”. Tutti quei piani inclinati, forze che bilanciandosi o sbilanciandosi creano fenomeni di una bellezza incomprensibile e spettacolare, specchi concavi e specchi convessi mi hanno dall’altro canto sempre affascinato.

Così è stato per una dimostrazione che mostra il moto collettivo di una serie di pendoli aventi lunghezze diverse, fatta con uno strumento costruito da Jeff Goodman, che insegna all’Appalachian State University a Boone, vista per caso sul web.

L’effetto visivo e sonoro è spettacolare: i pendoli partono tutti insieme, ma ben presto formano un’onda di frequenza crescente, ritornando in sincronia dopo un certo periodo di tempo.

Anche l’ingegnere, e artista, Ivo Schoofs, project manager della OMT solutions, una ditta che si occupa di caratterizzazione ottica dei materiali, nonché di calibrazione e test di sistemi ottici complessi, si è ispirato a questo meccanismo per creare un’ installazione “girovaga” dal titolo “Large Pendulum Wave“, realizzata in grafite, gomma, cemento ed altri materiali ultramoderni.

Questa meravigliosa ed ipnotica opera d’arte, e di scienza, sarà presente dal 16 al 19 ottobre, al Signal di Praga, dall’ 8 al 15 November, al Glow di Eindhoven e dal 29 January al 1 February, al Licht Festival di Gent.

foto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...