God save the Duchess of Cambridge portrait!

L’Italia è un paese falcidiato dai problemi, ma fra i tanti mali che affliggono la mia madrepatria non c’è, escludendo un principino danzante di dubbio gusto, la famiglia reale. Impegnandosi a trovare motivi per sbeffeggiare il popolo britannico in genere, uno dei primi argomenti che vi può venire in aiuto è la presenza di una quasi centenaria regina e l’attenzione riservata dai media tutti alla vicende private della sua famiglia.

Uno dei capitoli più sordidi di questa storia è stato il matrimonio del Principino preferito, con la rampolla di buona famiglia, Catherine Elizabeth Middleton, anche detta Kate Middleton. Quando la vicenda si svolse, in pompa magna ed in diretta mondiale, io ero a lavorare al telaio in fabbrica, e tra una sniffata di solvente e un’altra, sentire i commenti eccitati delle mie colleghe, potenziava il potere cancerogeno del suddetto.

Ora mi trovo proprio nel paese della famiglia reale forse più famosa del mondo, e per ironia della sorte, sono molto vicina alla cittadina dove è cresciuta la Duchessa di Cambridge (perché suo marito oltre ad essere principe è anche Duca). Una delle notizie più importanti della settimana scorsa, oltre ai continui aggiornamenti sullo stato di salute della Duchessa, che è incinta, è che il suo primo ritratto è stato ultimato ed esposto alla famosa National Portrait Gallery di Londra.

kate-middleton-portrait-gallery

Il ritratto della Duchessa di Cambridge, immagine presa dal sito guardiano.uk

L’opera è stata commissionata all’artista Paul Emsley nel maggio scorso. Non sono mancati tra le due parti sviolinate reciproche. “Il mio lavoro è stato difficile data la bellezza del soggetto” ha detto colui che ha portato a termine l’opera. “E’ semplicemente fantastico. E’ meraviglioso”, è stato il lusinghiero commento della neo Duchessa in dolce attessa, nonché esperta d’arte. “Perché loro sono persone buone”, così mi rispose la mia collega calabrese alla domanda sul perché provasse così tanta empatia verso due miliardari nullafacenti.

Paul Emsley

Il Duchessino, la Duchessina e l’Artista, fonte thetimes.co.uk

A turbare quest’idillio oltre ad alcuni esperti che non hanno apprezzato il ritratto, come Robin Simon, editore del giornale specializzato “British Art Journal”, che l’ha definito “Agghiacciante…mal fatto*….un vero e proprio disastro”, si è scatenato il popolo del web. All’interno di questo dibattito davvero noioso e ridondante, gli artistoidi nerd dell’etere si sono sbizzarriti, ed armati di effettistica photoshop, hanno prodotto le loro versioni della donna incinta più amata dagli anglosassoni (ops, dopo la Regina Madre ovviamente).

A mio modesto avviso su tutti vince un tale quebectango (https://twitter.com/quebectango), che dal suo account twitter ha proposto un “restauro” del dipinto, che è ironico e che, secondo me, si accorda davvero bene con l’originale.

odd_kate_portrait

Nel caso dell’immagine del Cristo “restaurato” dalla vecchia signora spagnola, la risata scaturiva naturale. Ma, almeno per quanto mi riguarda, quando ho letto la storia, mi sono intenerita nei confronti della sua protagonista e il sorriso ha assunto un sapore dolce-amaro. In questo caso invece, sono contenta e gioiosa di scoprire che esistono sudditi di questo reame, che amano sbeffeggiare un’istituzione così anacronistica ed ipocrita come la monarchia. Non è abbastanza, ma è già qualcosa.

*: ndt, il vocabolo usato originariamente è rotten, ma non sapevo come renderlo adeguatamente in inglese.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...